data evento: 15-12-2019

Domenica 15 dicembre 2019 alle ore 20.30 presso il Teatro Arena del Sole, ci sarà l'evento pubblico di lancio della candidatura della Città di Bologna al Premio europeo delle Città Accessibili

Un incontro per valutare come cultura, arte, teatro e tecnologie riabilitative possano aiutare a rimuovere gli ostacoli per garantire l’uguaglianza sostanziale e la partecipazione effettiva delle persone con disabilità, nonché a promuovere la cultura dell’accessibilità degli spazi urbani attraverso il superamento delle barriere architettoniche e delle barriere interiori rappresentate dai nostri pregiudizi.

Fra i tanti ospiti che interverranno, il Cardinale Matteo Maria Zuppi, Alessandro Bergonzoni, gli autori Jacopo Melio - che interverrà con un videomessaggio - e Giacomo Mazzariol, autore del libro "Mio fratello rincorre i dinosauri" da cui è stato tratto l'omonimo film. Con loro personalità del mondo imprenditoriale come Alberto Balestrazzi CEO di Auticon, società di Information Tecnology che ha di recente aperto una sede in Italia i cui dipendente sono solo persone autistiche e del mondo dello spettacolo come l'attrice Diana Manea e il regista teatrale Nanni Garella o gli attori con disabilità della compagnia Teatro di Camelot che metteranno in scena un estratto del Mistero Buffo di Fo. L'esperto di statistica Gianluigi Bovini, il disability manager del Comune di Bologna Egidio Sosio e il direttore della Fondazione per l'Innovazione Urbana Giovanni Ginocchini, discuteranno di numeri, di PIUBo (Piano di Inclusione Universale Bologna) e del percorso della candidatura.

La candidatura passerà attraverso un percorso partecipativo a cui saranno invitati tutti gli attori coinvolti a vario titolo sul tema dell'accessibilità, non solo barriere architettoniche, ma anche, per esempio, autonomia lavorativa e fruizione di cultura. Il percorso sarà operativamente guidato dalla Fondazione per l'Innovazione Urbana e porterà, per ogni declinazione del tema accessibilità, alla mappatura degli interventi esistenti e alla co-progettazione di interventi futuri.

Gli spazi sono accessibili. Per garantire il maggior comfort possibile, chiediamo di indicare nella prenotazione esigenze specifiche di accessibilità. Chiediamo in particolare a chi utilizza la sedia a rotelle di segnalare se preferisce occupare un posto ordinario di platea o la propria sedia a rotelle.

È previsto il servizio di interpretariato LIS e il servizio di sottotitolazione in diretta fornita dal Coordinamento Fiadda Emilia Romagna nell'ambito del Progetto Regionale Abbattere le barriere della comunicazione.

Ingresso libero e gratuito con prenotazione obbligatoria compilando questo modulo

> Scarica l'invito 

locandina accessibilità