8 e 15 maggio: due appuntamenti in bicicletta per vivere alcuni spazi pubblici di Bologna e, insieme, per guardare la città da altri punti di vista: lo sguardo dei migranti e dei rifugiati e uno sguardo sulla dimensione europea della città.

La prima visita guidata in bicicletta si è svolta domenica 8 maggio dalle 10.30 alle 12.30. L'appuntamento è in Piazza Nettuno, ognuno con la propria bicicletta.
> percorso "Tragitti migranti"  :: Guarda le foto su Facebook
Tragitti migranti è un viaggio in bicicletta alla scoperta della Bologna migrante, un percorso alla scoperta di luoghi e di storie. Il percorso tocca cinque punti di Bologna particolarmente significativi per gli stranieri che la abitano. Ogni tappa prevede la presenza di tre atti teatrali per uno o due attori – italiani, migranti, rifugiati politici – di una durata variabile dai 5 ai 10 minuti, ai quali gli spettatori assisteranno senza abbandonare le proprie biciclette. Queste brevi performance sono frutto della riflessione degli attori della compagnia del Teatro dell’Argine: ognuna è un breve flash, il rapido dischiudersi di un punto di vista attraverso il racconto di una propria visione, di un'esperienza personale o di un personaggio teatrale. Nell’insieme, la passeggiata compone un mosaico di esperienze e storie dei migranti che abitano Bologna. Due visioni a confronto del mercato della Montagnola, della Questura e tutto ciò che evoca in un rifugiato, dell’importanza di un centro culturale, dell’esperienza in un dormitorio.
Le tappe: Piazza VIII Agosto (Montagnola, via Irnerio), Piazza dell’Unità, Centro Interculturale Zonarelli, Centro Beltrame, Questura di Bologna, per arrivare alla fine in Piazza Re Enzo.

La seconda visita guidata si svolgerà domenica 15 maggio dalle 10.30 alle 12.30. L'appuntamento è in Piazza Nettuno, ognuno con la propria bicicletta.
> Percorso Alla scoperta della dimensione europea di Bologna
Un tour della città per far emergere la dimensione europea di Bologna, per scoprire dove l’Europa si riflette sulla città, incrociando sguardi diversi, per coglierne la molteplicità. Trovare le tracce dell’Europa in città vuol dire molte cose: l’Europa è politica e culturale al tempo stesso, si ritrova nel passato ma anche proiettando il nostro sguardo al futuro, si incontra nelle storie personali di cittadini “mobili” e a partire da una prospettiva urbanistica. Nel corso del tragitto si conosceranno le storie di giovani che hanno sperimentato la mobilità europea, grazie a esperienze di Erasmus e di Servizio Volontario Europeo, volgendo lo sguardo alla storia della città, per scoprire che Bologna è sempre stata una città europea, ascoltando la voce di chi fa informazione sulle politiche europee ed esplorando i luoghi culturali che proiettano le esperienze della città nella dimensione internazionale.
Le tappe: Piazza Maggiore (Sportello Europe Direct), Via Zamboni (zona universitaria), Via Collegio di Spagna, Piazza Santo Stefano, Stazione, Manifattura delle Arti.

Le due biciclettate si inseriscono nel programma congiunto di due iniziative: Festival Transeuropa, promosso dall’associazione European Alternatives e Conversazioni d’Europa, rassegna realizzata da Centro Europe Direct – Assemblea Legislativa Emilia Romagna e Sportello Europe Direct – Comune di Bologna, in collaborazione con Urban Center Bologna e Teatro dell’Argine.

Per ulteriori informazioni:
www.transeuropafestival.eu
http://www.comune.bologna.it/europedirect/
http://assemblealegislativa.regione.emilia-romagna.it/antennaed/