2022 NUOVE SCUOLE DI QUARTIERE BANNER SITO FIU

Le nuove Scuole di Quartiere

Il Comune di Bologna e la Fondazione per l’Innovazione Urbana avviano un processo per rinnovare le Scuole di Quartiere e supportare l’innovazione degli approcci educativi verso adolescenti e più giovani, in vista dei prossimi investimenti.

Il processo, che si avvarrà del supporto scientifico dell’Università di Bologna, vedrà diverse fasi e strumenti, seguendo i principi dell’ascolto, della condivisione, della sperimentazione e della prototipazione: in un momento storico che vede le ragazze e i ragazzi in difficoltà e dopo aver finanziato ventitré progetti in tutta la città di Bologna, con 5.000 ragazzi e ragazze coinvolti in laboratori d’arte, moda, musica, teatro, danza, artigianato, nuove tecnologie, intendiamo continuare a rinnovare il modello educativo alternativo proposto ampliando linguaggi e impatti. 

Intendiamo avviare un processo per ascoltare e attivare la comunità educante ripartendo dai bisogni degli adolescenti e dei più giovani dopo due anni di pandemia, per mettere in dialogo Istituzioni culturali, educative e sociali in un’ottica di welfare culturale e di comunità, rafforzando le sinergie in vista della sfida dei finanziamenti in arrivo con la nuova programmazione dei fondi strutturali europei PON METRO 21-27.  

Al termine del processo, l’obiettivo è supportare un rinnovamento delle prassi educative per rispondere meglio alle sfide complesse della didattica di oggi, supportando insegnanti, dirigenti scolastici e amministratori locali per affrontare l’emergere dei nuovi bisogni dei ragazzi.

Il primo momento si è svolto lo scorso aprile con un'assemblea pubblica “Scuole di Quartiere. Un’alleanza per le nuove generazioni” a cui sono state invitate circa 200 persone tra rappresentanti di Istituzioni culturali, educative e sociali. A partire da quanto emerso da questo incontro - disponibile in questo report - è stato stilato il seguente processo.

OBIETTIVI

  • Avviare attività che permettano alle ragazze e ai ragazzi di coltivare le loro passioni e far emergere i loro talenti.
  • Avviare progettualità di welfare culturale e di comunità pensato per le ragazze e i ragazzi in risposta ai bisogni emersi nel corso della pandemia mettendo in dialogo Istituzioni culturali, educative e sociali.
  • Promuovere il successo formativo e scolastico.
  • Promuovere socialità, inclusione, partecipazione, contrastare la dispersione scolastica e sociale in ogni sua forma, favorire la diffusione di spazi sicuri, dedicati e innovativi nelle zone più fragili di Bologna, favorendo l’autorganizzazione di chi li utilizza, in cui poter acquisire competenze specifiche professionalizzanti e allo stesso tempo sperimentare competenze trasversali.

DESCRIZIONE DEL PERCORSO 

Il percorso prevede due piani di lavoro:

  1. Un percorso di ascolto, condivisione e prototipazione.
  2. L’avvio di due sperimentazioni che, attraverso un monitoraggio, saranno valutate per impatti. Nello specifico si avvieranno:
  • “Scuole Aperte tutto l’anno” in due Istituti scolastici (una scuola secondaria di primo e una di secondo grado) con attività pomeridiane ed estive gratuite, favorendo l’apertura della scuola alle diverse realtà territoriali (educative, culturali, sportive, di salute)
  • Un percorso per la valorizzazione del protagonismo giovanile rivolto ad alunni iscritti al quarto anno di alcune scuole secondarie di secondo grado del Comune di Bologna. I ragazzi e le ragazze saranno accompagnati nella co-progettazione di un festival interamente ideato da loro, che si svolgerà a giugno 2023. 

 FASI DEL PERCORSO 

  • FASE 1 Avvio del percorso (aprile - luglio 2022)
    - allineamento interno
    - assemblea pubblica di avvio (27.04.2022)
    - un focus group per quartiere con funzionari delle diverse aree coinvolte, cioè Ufficio Reti, SEST, Servizio Sociale Territoriale, Uffici sport, Uffici cultura laddove presenti, Biblioteche, Musei. L’obiettivo è avviare un primo inquadramento rispetto agli obiettivi del percorso e relativamente al contesto

    In questa fase viene inoltre formalizzata la composizione del Comitato scientifico e realizzata una raccolta dati di riferimento e di casi studio nazionali e internazionali.
  • FASE 2 Coinvolgimento del Terzo Settore e scuole (settembre - novembre 2022)

    Nella seconda fase il percorso di avvio si allarga con focus group di quartiere con rappresentanti del terzo settore e Istituti scolastici.
    Sono stati realizzati due incontri di quartiere a Borgo Panigale-Reno e Savena per condividere e integrare gli obiettivi del bando in uscita scuole aperte tutto l'anno.

    » Scarica il report degli incontri 
    » Scarica il report di sintesi dei focus group
  • FASE 3 Avvio delle sperimentazioni (novembre 2022- maggio 2023)

    In questa fase prendono avvio le sperimentazioni Scuole Aperte da novembre, e gli interventi per stimolare il protagonismo Giovanile da gennaio.
    Contemporaneamente il Comitato scientifico monitorerà le sperimentazioni al fine di verificare approcci e impatti e verranno organizzati incontri per prototipare le nuove Scuole di Quartiere. 
  • FASE 4 Pubblicazione documento strategico ed evento finale (maggio-giugno 2023) 
    Al termine del percorso, verrà stilato un documento con le indicazioni sul futuro delle Scuole di Quartiere che verrà presentato pubblicamente. 

Per informazioni sul percorso scrivi a: 
Per saperne di più su Scuole di quartiere visita il sito: https://scuolediquartiere.bo.it

Non è stato trovato alcun elemento

Save
Cookies user preferences
We use cookies to ensure you to get the best experience on our website. If you decline the use of cookies, this website may not function as expected.
Accept all
Decline all
Analytics
Tools used to analyze the data to measure the effectiveness of a website and to understand how it works.
Google Analytics
Accept
Decline
Joomla
Unknown
Accept
Decline