2022 TERZO SETTORE BANNER SITO FIU

Un Patto con il Terzo Settore

Il Comune di Bologna e il Forum del Terzo Settore, con il supporto della Fondazione per l’Innovazione Urbana, avviano un percorso di ascolto e partecipazione con le reti civiche di Bologna per arrivare a siglare un Patto condiviso.

Tutte le realtà del Terzo Settore bolognese e di cittadinanza attiva, i gruppi informali, i cittadini e le cittadine interessati sono invitati a partecipare: l’obiettivo è co-programmare priorità e identificare come innovare i diversi e molteplici strumenti, come bandi, convenzioni, patti anche relativamente alla gestione di spazi o progetti, tra amministrazione e le tante realtà civiche della città che, anche nelle fasi più acute dell'emergenza, hanno dimostrato forte senso di responsabilità e grande attivismo.

In continuità con le innovazioni amministrative avviate dal Comune di Bologna, prima tra tutti il Regolamento sui beni comuni creato nel 2014, e con l’indagine degli impatti del Covid-19 sul mutualismo a Bologna realizzata nel corso della pandemia, l’obiettivo del percorso è arrivare a produrre un documento che definisca:

  • l’adozione di un nuovo Regolamento sulle forme di collaborazione tra soggetti civici e amministrazione per la cura dei beni comuni urbani che porti dentro una cornice unitaria i patti di collaborazione, il regolamento sulle libere forme associative, i Laboratori di Quartiere, le sperimentazioni del Laboratorio Spazi e le Case di Quartiere
  • l’adozione da parte del Comune di impegni per una co-programmazione e co-progettazione costante e trasversale alle politiche
  • la condivisione di principi d’uso relativamente agli edifici pubblici, a partire dalle Case di Quartiere
  • la valorizzazione del ruolo delle reti civiche cittadine trasversalmente alle politiche e riconoscere la necessità di strumenti efficaci per realizzare una “Amministrazione condivisa”, individuando priorità, nuovi bisogni e modalità per progettare la ripartenza post-pandemia; 
  • la formalizzazione di un rapporto costante tra l’Amministrazione e il Forum Terzo Settore. 

Il laboratorio è iniziato a febbraio e andrà avanti fino a giugno 2022 attraverso le seguenti fasi:

  • Fase 1. Focus group tematici

    7 focus group tematici a invito a cui hanno partecipato Assessori, consiglieri delegati, delegati del Sindaco e rappresentanti di organizzazioni del Terzo Settore che operano nello Sport, Welfare, fragilità; Cultura e Welfare culturale; Discriminazioni e genere; Sanità, accessibilità e integrazione socio sanitaria; ambiente, sostenibilità e cura del territorio; Educazione, infanzia e giovani. L’obiettivo è fare emergere le prime istanze per indirizzare il laboratorio.

    Quanto emerso dai focus group è stato rendicontato in un Documento di avvio del percorso (aggiornato al 01.04.2022) che sarà progressivamente integrato nel corso dello sviluppo delle fasi successive. 

  • Fase 2. Coinvolgimento delle reti civiche cittadine e Assemblea pubblica

    In questa fase il percorso si apre a tutte le realtà del Terzo Settore, di cittadinanza attiva, ai cittadini e alle cittadine interessati al fine di allargare e arricchire il confronto. L’obiettivo è evidenziare priorità e tematiche con diversi strumenti di coinvolgimento per facilitare la partecipazione e i confronti.
    Sono previsti:

    - un’assemblea pubblica per approfondire e implementare le tematiche emerse nella prima fase. L’assemblea si svolge martedì 5 aprile 2022 dalle 14 alle 19 presso l’Auditorium Biagi di Salaborsa ed è aperta a tutte le realtà del Terzo Settore bolognese e di cittadinanza attiva, i gruppi informali, i cittadini e le cittadine interessati. Si alterneranno momenti di informazione e formazione a momenti di lavoro ai tavoli. 
    Programma
    Modulo di iscrizione (è necessario iscriversi entro sabato 2 aprile)

    - Laboratori di Quartiere con rappresentanti di associazioni e comunità, per presentare e discutere le priorità degli specifici territori. I Laboratori si svolgeranno in ciascun quartiere dal 20 aprile al 10 maggio.
    Per ricevere maggiori informazioni scrivere a: .

A supporto di questa fase è prevista una presentazione nei Consigli di Quartiere delle questioni emerse e formalizzazione dei pareri.

  • Fase 3. Co-programmazione e validazione delle proposte

    Le istanze emerse dai focus group, dall’assemblea pubblica e dai sei Laboratori di Quartiere, i cui report sono in via di pubblicazione on line in linea con i principi di trasparenza e rendicontazione, confluiranno in un documento di sintesi, redatto grazie al coordinamento del Comitato Scientifico di Garanzia, che sarà oggetto di una ultima fase di partecipazione e coinvolgimento, grazie a uno spazio digitale dedicato e a un incontro aperto (in via di definizione e da realizzare entro la prima metà di giugno). Infine, a ulteriore garanzia del percorso e delle istanze emerse, è prevista una ultima analisi da parte del Comitato Scientifico.
    Al termine del percorso di ascolto, ogni documento sarà consegnato all’Amministrazione comunale e al Forum del Terzo Settore di Bologna in vista di due confronti, denominati “tavoli di negoziazione”: previsti per il mese di giugno, che vedranno la partecipazione di rappresentanti politici dell’amministrazione, tecnici dei vari settori, rappresentanti del Comitato Scientifico e rappresentanti del Forum del Terzo Settore. Dal confronto emergerà il Patto che sarà poi ratificato con delibera di Giunta e che getterà le basi per l’aggiornamento di tutti gli strumenti amministrativi, primo tra tutti un nuovo Regolamento per la gestione dei beni comuni per favorire le forme di collaborazione tra i cittadini e l'amministrazione favorendo l'autonoma iniziativa dei cittadini sulla base del principio di sussidiarietà.

  • Fase 4. Presentazione del Patto alla città
    Presentazione del Patto attraverso un incontro pubblico aperto a tutti i partecipanti.

Per supervisionare e indirizzare scientificamente i lavori, anche secondo le indicazioni della Riforma del Terzo Settore, è stato istituito un Comitato Scientifico di Garanzia composto da Riccardo Prandini (Università di Bologna) con il ruolo di Presidente, Roberta Paltrinieri (Università di Bologna), Tommaso Giupponi (università di Bologna), Alceste Santuari (Università di Bologna), Luciano Gallo (ANCI), Lavinia Pastore (Tor Vergata), Giovanna di Pasquale (Forum Terzo Settore), Paolo Venturi (Aiccon). 
Brevi biografie dei membri del Comitato Scientifico di Garanzia

Per maggiori informazioni:

Non è stato trovato alcun elemento

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.