data evento: 20-06-2018

Mercoledì 20 giugno 2018 dalle ore 10.00 e fino alle 22.00, un’intera giornata per conoscere obiettivi, progetti e attività della neonata Fondazione per l’Innovazione Urbana, fondata da Comune di Bologna e Università di Bologna.

Momenti di presentazione e approfondimento, performance teatrali, un workshop per chi ha il coraggio di scuotere le proprie prospettive, uno spettacolo di danza urbana che lascerà gli spettatori con il fiato sospeso. E ancora, una passeggiata esplorativa, un seminario, un concerto, per sperimentare l’incontro, la relazione, le forme della partecipazione in un orizzonte inclusivo, collettivo, festoso, grazie alla collaborazione con Atlas of Transition Biennale, Diritto alla Città. Ospite d’onore: Ada Colau, Sindaca di Barcellona.

L'evento sarà inoltre l'occasione per presentare la nuova identità visiva della Fondazione, che assorbirà quella attuale di Urban Center Bologna in tutti i nostri canali di comunicazione. 

Programma

> Scarica il programma (.pdf, 48kb)

ore 10.00 - 12.45
Nasce la Fondazione per l’Innovazione Urbana
Auditorium Enzo Biagi di Salaborsa, Piazza Nettuno 3

  • 10.00 - 11.00
    Presentazione della Fondazione per l’Innovazione Urbana
    Virginio Merola, Sindaco Comune di Bologna
    Mirko degli Esposti, Prorettore Vicario Università di Bologna
    Raffaele Laudani, Presidente Fondazione per l’Innovazione Urbana
  • 11.00 - 12.00
    Tavola rotonda “L’innovazione urbana, i quartieri, le comunità”
    Introduce e modera: Simona Beolchi, Fondazione Innovazione Urbana
    Ne parlano:
    Simone Borsari, Presidente Quartiere San Donato-San Vitale
    Sofia Carnevali, Partecipante di Lab Under 2017
    Andrea Mochi Sismondi, Ateliersi, Partecipante di U-Lab
    Nicola Romagnoli, Partecipante Bilancio Partecipativo 2017
    Conclusioni: Giovanni Ginocchini, Direttore Fondazione Innovazione Urbana
  • 12.00-12.45
    Presentazione bandi 'L'immaginazione civica nei quartieri e la sfida alle povertà educative'
    Marilena Pillati e Matteo Lepore, Assessori Comune di Bologna

> Il convegno sarà trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook @FondazioneInnovazioneUrbana

ore 13.30 - 16.45
Esplorazioni urbane
in giro per Bologna e Cortile Guido Fanti di Palazzo d'Accursio
Cinque gruppi di esploratori per cinque parole, accoglienza, casa, città, donna, partecipazione, da scoprire insieme ai cittadini
A cura di Enrico Baraldi e Nicola Borghesi e con i cittadini esploratori

ore 15.00 - 16.45
Workshop "Tirolese con vista" (Tyrolean with view)
Facciata di Palazzo d’Accursio, Piazza Maggiore
Workshop aperto a tutti i cittadini che vogliono provare l’esperienza di arrampicarsi sulle pareti del Palazzo attraverso una corda tirolese, per andare al di sopra dei propri spazi quotidiani, per scoprire nuovi approcci, nuove prospettive, per vedere con nuovi occhi, dal cielo. Un modo per scoprire vicoli, strade, prospettive, alberi come disegni geometrici. Per ritrovare la fiducia nell’altro, da cui dipende la propria ascesa, e dare vita a inedite forme di partecipazione. 
A cura di: Compagnia Retouramont
con: Fabrice Guillot e Lukas Halmagyi

ore 18.45 - 19.15
Environment Vertical
Facciata di Palazzo d’Accursio, Piazza Maggiore
Una danza verticale che abbraccia lo spazio, lo afferra con entrambe le mani, per comprenderlo totalmente, misurare le sue altezze, le sue curve, il suo paesaggio, calcolarne i percorsi, i volumi, toccandone le superfici. Uno spazio fatto di pieni e di vuoti.  I ballerini si evolvono all'interno di questo spazio creato dalla relazione tra ciò che è esistente e ciò che è possibile. 
A cura di: Compagnia Retouramont
Coreografia di: Fabrice Guillot
Ballerini: Fanny Gombert, Nathalie Tedesco

ore 19.15 - 20.00
La casa ha quattro porte, per entrare
Cortile Guido Fanti di Palazzo d'Accursio (partenza da Piazza Maggiore e passando dal Cortile d’Onore)
Un coro di cittadini e cinque parole, accoglienza, casa, città, donna, partecipazione. Cinque pensieri sul mondo di oggi per migliorarlo insieme.
Atelier a cura degli attori Michele Dell'Utri, Simone Francia, Diana Manea, Stefano Moretti, Eugenio Papalia, Irma Ridolfini, Jacopo Trebbi, del musicista Filippo Zattini e del videomaker Riccardo Frati e con i cittadini atelieristi ed esploratori. 

> Per iscrizioni: 
ateleriesti - esploratori

ore 20.00 - 21.45
Ada Colau incontra la città
Cortile Guido Fanti di Palazzo d’Accursio
La sindaca di Barcellona partecipa a un’assemblea pubblica sul diritto alla città, per incontrare cittadini, collettivi e movimenti e discutere di migrazioni, accoglienza degna, femminilizzazione della politica e del ruolo delle città di fronte ai poteri globali. Ada Colau, con un passato da leader dei movimenti di lotta per la casa in città, arriva a Bologna portando con sé l’alto livello di innovazione messo in atto nelle pratiche, nella teoria e nel linguaggio, rivendicando l’urgenza di tenere viva l’attenzione sui temi dell’accoglienza, della casa, della città, della donna, della partecipazione.

> L’intervento di Ada Colau sarà trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook @FondazioneInnovazioneUrbana

Nel programma della giornata sono confluite inoltre le iniziative previste nell'ambito di Atlas of Transition Biennale, Diritto alla città

ore 15.00
Rotte migranti e vie di Bologna, passeggiata partecipata
Partenza da Piazza Verdi
Un itinerario speciale nella città di Bologna, tracciato attraverso gli occhi di un gruppo di richiedenti asilo e rifugiati politici. Durante un workshop tenuto nel centro di accoglienza Villa Aldini sono state elaborate mappe “emozionali”, per raccogliere la percezione degli ospiti arrivati in questo territorio, per comprenderne i punti di riferimento, i pieni e i vuoti della loro esperienza della città. Questa mappatura sensitiva e partecipata segnerà le tappe di una passeggiata rivolta alla cittadinanza, per condividere le dinamiche di relazione fra le persone accolte e i luoghi di appartenenza o di temporaneo transito. Il percorso terminerà nel Chiostro dell’Arena del Sole in cui le mappe saranno discusse e riattraversate nell’incontro Maps of Transitions.
> posti limitati, è richiesta la prenotazione ( / oggetto: Passeggiata 20 giugno)

ore 17.00
Maps of Transitions. Trasversalità metodologiche: paura, amore, inclusione
Chiostro Arena del Sole, Via Indipendenza 44
Conta fino a 10 è la campagna promossa da Amnesty International Italia per porre l’attenzione sull’uso del linguaggio divisivo, violento e discriminatorio, orientato alla costruzione dello stereotipo razzista contro migranti, stranieri, rom, persone LGBTI. Misurandosi con la ricerca il Barometro dell’odio, che ha monitorato l’andamento dei discorsi d’odio in campagna elettorale, Maps of Transitions – concepito come un mini-tour tra mappe geografiche e linguistiche – dà voce a richiedenti asilo, studiosi, attivisti, immigrati e professionisti del mondo della comunicazione, per riflettere sulla relazione tra paura e pregiudizi, e individuare le parole per una società più inclusiva e accogliente.

ore 22.00
Concerto “Sound Routes. Notes to Get Closer”
Chiostro Arena del Sole, Via Indipendenza 44
Brani strumentali e canzoni dal repertorio afrobeat di Fela Kuti, componimenti tradizionali dei paesi di provenienza dei musicisti migranti e composizioni originali del Laboratorio Afrobeat, vengono fusi insieme in una partitura meticcia e festosa. Una base sonora sulla quale i solisti provenienti da paesi e culture diverse si dispongono al dialogo acustico.
Nato a Bologna nel 2012, in collaborazione con Bartleby, XM24 e Locomotive Club, diretto e coordinato da Guglielmo Pagnozzi e Reda Zine, il Laboratorio Sociale Afrobeat è un progetto di diffusione di didattica musicale gratuito, aperto a cittadini, migranti e rifugiati senza limitazioni di età e preparazione.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.
L’evento è promosso dalla Fondazione per l’Innovazione Urbana in collaborazione con la Fondazione Gramsci Emilia-RomagnaEmilia-Romagna Teatro FondazioneAssociazione Danza Urbana e Cineteca di Bologna.

FIU Cover 1200X630 ESE