MASTER BANNER FIU2

“La condivisione è la cura”. Abbiamo intervistato Roberta Paltrinieri, docente della prima edizione del Master in Gestione e co-produzione di processi partecipativi, comunità e reti di prossimità, all'interno del quale si è occupata di Innovazione Sociale e Culturale

 Roberta Paltrinieri insegna Sociologia dei processi culturali e comunicativi e Sociologia dei consumi presso l’Università di Bologna. È responsabile scientifico DAMSLab – Dipartimento delle Arti, membro dell’ESA Sociology of Consumption RN5 e membro del Collegio del Dottorato in Sociologia dell’Alma Mater

Il Master ha l’obiettivo di formare “agenti di prossimità”. Perchè è così importante, oggi, questa figura e perché è fondamentale la formazione?

Gli agenti di prossimità si inseriscono nel tema più grande dell'ìnnovazione sociale. Nella società contemporanea l'innovazione sociale rappresenta una soluzione ai problemi complessi che necessitano di una riattualizzazione dei ruoli e delle funzioni tradizionalmente intese in un'ottica sempre più orizzontale. In particolare gli agenti di prossimità appaiono fondamentali nelle dinamiche dei processi collaborativi che le pubbliche amministrazioni attuano con i propri cittadini. Gli agenti di prossimità sono coloro che agevolano le attività di networking sociale, che facilitano i processi fiduciari, che favoriscono le relazioni e lo scambio informativo.

Perché il suo insegnamento è importante per questa figura?

Il mio insegnamento verte proprio sulla innovazione sociale ed inserisce un elemento in più nel dibattito contemporaneo sul tema, la dimensione culturale. La cultura ha un valore e una funzione sociale fondamentale nei processi di costruzione di comunità. La diffusione di capacità culturale, di cittadinanza culturale è un potente dispositivo per la diffusione dei processi di democratizzazione, per la costruzione di processi di impegno civico e partecipazione dal basso. La cultura è un dispositivo capacitante, non tanto uno strumento, attiva processi di consapevolezza che sono alla base della responsabilità individuale e sociale. Esistono vari ambiti dove questo si sperimenta: il welfare che diventa culturale, la rigenerazione urbana, la crescita sostenibile.

Se le chiedo di sintetizzare i contenuti del suo corso in una frase/citazione, quale sarebbe?

‘La condivisione è la cura’. Il vero problema delle società contemporanee è l’individualizzazione e i processi di condivisione, la creazione di capitale sociale è la cura.