data evento: 19-11-2022

È disponibile sul nostro sito la pubblicazione Le comunità al centro a cura della nostra Fondazione, che ripercorre gli ultimi dieci anni di innovazioni civiche del Comune di Bologna, dai Patti di collaborazione al Piano dei Quartieri. 

Una storia che inizia nel 2014 con l'introduzione del primo Regolamento Beni Comuni d'Italia e la nascita dei Patti di collaborazione e arriva fino a oggi con la preparazione del Piano dei Quartieri: un nuovo strumento che permetterà all’amministrazione e alla cittadinanza di gestire e leggere le politiche, le progettualità e i cantieri in maniera integrata ai bisogni e alle proposte dei cittadini, informando e coinvolgendo la cittadinanza, zona per zona.

Ripercorrendo la storia delle tante sperimentazioni che anno dopo anno si sono sedimentate, è possibile osservare come Bologna si confermi una città che in Italia rappresenta un’avanguardia, grazie alla sua capacità di continuare a rinnovare approcci e metodi che oggi più che mai devono trovare centralità nell’agire pubblico - istituzionale e non - per riportare al centro dell’azione politica i cittadini e le cittadine, i loro bisogni e desideri.

Nell’insieme delle iniziative messe in capo è infatti possibile rintracciare un costante processo di innovazione e apprendimento istituzionale che, di fronte alle sfide urbane più importanti del nostro tempo, non replica approcci tradizionali ma si adatta e inventa nuove soluzioni trovando un solido fondamento nei principi costituzionali della sussidiarietà, abilitando al contempo nuovi approcci, che abbiamo definito di “immaginazione civica”.

Quest’ultima espressione, tanto evocativa quanto complessa, rappresenta la capacità di coniugare ascolto della città, capacità amministrativa, attivazione civica e azione pubblica, per disegnare nuove strategie di sviluppo urbano che rimettono il capitale umano e sociale al centro del disegno delle strategie e delle politiche locali.

Grazie a questi approcci, dal 2014 la città di Bologna non solo sta vivendo un processo di innovazione amministrativa e sociale ma sta contribuendo a ripensare e ampliare i margini della democrazia urbana e del welfare sociale.
La partecipazione e la collaborazione diventano processi stabili di ascolto, confronto e co-progettazione di iniziative pubbliche, sostituendosi così ai processi di competizione. Laboratori, Scuole e Case di Quartiere diventano infrastrutture sociali aperte a cittadini e cittadine e, contemporaneamente, nascono nuove figure professionali e istituzioni, come la nostra Fondazione, che si fanno punti di riferimento nella prossimità e motori della costruzione di nuovi immaginari.

A Bologna il dialogo tra amministrazione e cittadinanza - e quindi le pratiche e i processi di rappresentanza - non risponde più esclusivamente alle logiche tradizionali ma si rigenera partendo da una consapevolezza: il coinvolgimento di cittadini e cittadine e delle reti civiche rinforza le istituzioni aumentandone autorevolezza ed efficacia.

La pubblicazione, che è promossa dal Comune di Bologna e dalla nostra Fondazione, è integralmente e gratuitamente disponibile online
» Scarica Le comunità al centro

Le Comunita al centro Copertina

Save
Cookies user preferences
We use cookies to ensure you to get the best experience on our website. If you decline the use of cookies, this website may not function as expected.
Accept all
Decline all
Analytics
Tools used to analyze the data to measure the effectiveness of a website and to understand how it works.
Google Analytics
Accept
Decline
Joomla
Unknown
Accept
Decline