Banner EU

Aggiornamenti Progetti Europei FIU

aggiornamenti Progetti Europei

  • .

    Dall'8 al 13 luglio 2019 ospitiamo a Bologna la Summer School Catapult Cities promossa da EIT Climate-KIC e realizzata dall'Università di Bologna, dal Comune di Bologna, dalla Fondazione per l'Innovazione Urbana e da NOVA - Università di Lisbona.

  • Il progetto AELCLIC - Adaptation of European Landscapes to Climate Change intende definire e testare modelli per la creazione di reti di stakeholder regionali/locali che abbiano le capacità sociali, finanziarie, amministrative e tecniche per co-definire un Piano di adattamento del paesaggio ai cambiamenti climatici.

  • Il progetto EUCANET è stato finanziato dall’Unione europea nell’ambito del programma "Europa per i cittadini". 

  • Il 5e 6 dicembre 2018 saremo a Torino per partecipare alla Conferenza Internazionale del progetto Eucanet "Agenzie urbane. Come alimentare il dibattito sulla città?"

  • data evento: 08-11-2018

    I partecipanti dell'edizione 2018 del Climathon di Bologna presentano il loro progetto a Ecomondo, the green technologies expo, in programma a Rimini dal 6 al 9 novembre. 

  • data evento: 25-10-2018

    Il 25 e 26 ottobre 2018 partecipa al Climathon! Avrai 24 ore di tempo per ideare e sviluppare la sezione interattiva di una app sulla qualità dell'aria di Bologna.

  • data evento: 10-09-2018

    Dal 10 al 21 settembre 2018 dottorati, dottorandi e professionisti provenienti da tutto il mondo saranno a Bologna per partecipare all'Autumn School Catapult – Resilient Corridors, organizzata dal Dipartimento di Architettura dell’Università di Bologna, in collaborazione con il Comune di Bologna e la Fondazione per l’innovazione Urbana, partner di EIT Climate-KIC.

  • Sono aperte le iscrizioni alla Autumn School Catapult – Resilient Corridors che sarà ospitata dal 10 al 21 settembre dall’Università di Bologna e sarà rivolta a chi è in possesso del titolo di dottorato, dottorandi e professionisti.

  • Il progetto, finanziato all'interno del programma Europe for Citizens, è ispirato al Patto di Amsterdam per l’Agenda urbana europea e ha come obiettivo principale la diffusione di un maggior coinvolgimento civico nel dibattito urbano e nei processi decisionali, nonché l’irrobustimento dei legami tra autorità pubbliche, società civile, istituzioni locali, attori sociali ed economici.

    EUCANET esplora le modalità attraverso le quali i cittadini europei, anche attraverso le agenzie urbane come gli Urban Center, possono contribuire attivamente alla definizione delle priorità in merito allo sviluppo delle città e delle comunità in cui vivono, concentrandosi in particolare sul ruolo che in questo senso possono giocare i processi di pianificazione e governo del territorio.

    Oltre alla Fondazione per l'Innovazione Urbana e a Urban Center Metropolitano di Torino – capofila del progetto – il consorzio è formato dalla città di con la Faculty of Architecture of the SS Cyril and Methodius University in Skopje, con Euromediterranée, con il Cluj Urban Center, con la Biennale di ArchitetturaIABR, lo Stockholm Environment Institute at University of York, ICLEI, ed Eurocities WG urban Agenda.

    Le attività svolte nel corso del progetto

    Per saperne di più: eucanet.wordpress.com

    eu4c

  • È prorogata fino al 30 marzo 2018la call for best practices promossa dal progetto europeo Eucanet volta a raccogliere progetti, esperienze, pratiche e politiche in corso che raccontino come nelle città europee si affrontano in maniera innovativa i temi della cittadinanza, dell’inclusione, del coinvolgimento e del potenziamento delle comunità attraverso i processi di trasformazione urbana.

  • Giovedì 21 dicembre 2017 alle ore 10.00 presso la Sala Atelier di Urban Center Bologna si terrà l'evento PyCo - Un modello di economia circolare, organizzato da RES Società Cooperativa.

  • Urban Center Bologna, in collaborazione con il Comune di Bologna, MEEO s.r.l., Università di Bologna, DedaGroup, CMCC Climate, Studiomapp, e sponsorizzata da Climate-KICe Copernicus EU ha organizzato il 27 e 28 ottobre 2017 l'edizione bolognese del Climathon, la più grande maratona mondiale per il clima che si è tenuta simultaneamente nelle principali città del mondo.

  • Dal 24 al 28 luglio 2017 si è svolta a Bologna la seconda fase della PhD Summer School della Climate-KIC 2017 “Urban transitions: reshaping urban districts”, dopo una prima settimana tenutasi ad Amsterdam.

  • Dopo l’avvio dei lavori e la tre giorni di seminari tematici tenutosi a Marsiglia dal 6 al 9 giugno - “Consulting with citizens in large scale repurposing” - si aggiunge un nuovo tassello al progetto EUCANET, l’iniziativa legata alla programmazione europea (Europe for Citizens), il cui capofila è Urban Center Torino e a cui partecipa Urban Center Bologna.

  • Dal 16 fino al 29 luglio 2017 torna la Summer School di Climate-KIC sulla sostenibilità urbana “Urban transitions: reshaping urban districts”, aperta a dottorandi di ricerca e giovani professionisti tra le città di Amsterdam e Bologna, frutto della collaborazione tra partner olandesi, Urban Center Bologna, Università e Comune di Bologna.

  • Mercoledì 12 aprile 2017dalle ore 20:30 alle ore 23:00 presso la Sala Consiliare del Quartiere San Donato, in Piazza Spadolini 7 (Bo), si terrà il secondo workshop per il progetto “La sostenibilità il nostro centro” coordinato da CNA Bologna e AESS (Agenzia per l´Energia e lo Sviluppo Sostenibile).

  • Al via le candidature per partecipare alla settima edizione del programma Climate-Kic Pioneers Pioneers, in Italia coordinato da Aess, Agenza per l'energia e lo sviluppo sostenibile, già Pioneers manager nel 2016 e responsabile delle attività di coaching dal 2014.

  • Intesa tra i principali Urban Center italiani per un lavoro comune sui temi delle politiche urbane, della trasformazione della città e del coinvolgimento dei cittadini.

  • I prossimi 8 e 9 marzo 2017Urban Center Bologna parteciperà al meeting di due giorni organizzato da Urban Center Metropolitano di Torino in occasione del lancio del progetto Eucanet.

  • A Bologna 2 milioni di euro per rigenerare, attraverso nuovi processi ambientali, sociali, economici e sostenibili, la zona universitaria intorno a via Zamboni.