Indice articoli


GIOVEDì 9 aprile 2009 ore 16.30-19
AUDITORIUM Enzo Biagi - Salaborsa, piazza Nettuno 3

La città dell'est Europa

Pietro Elisei, Consulente del Ministero Lavori Pubblici della Romania (ascolta l'intervento)
Bartosz Czarnecki, Facoltà di Architettura del Politecnico di Bialystok (Polonia) (ascolta l'intervento - italiano) (ascolta l'intervento - inglese)
Giuseppe Cinà, Politecnico di Torino - autore del volume “Bucarest, dal villaggio alla città” (ascolta l'intervento)
introduce e modera Marco Guerzoni, Provincia di Bologna (ascolta l'intervento)

I temi dell'incontro: Dopo la caduta del muro di Berlino i Paesi dell’Ex Blocco Sovietico hanno conosciuto una rapida esplosione urbana ed economica, con rilevanti cambiamenti negli assetti territoriali e sociali. Paesi  divenuti in pochi anni “opportunità” per gli investitori e per le aziende: qui la banca Allied Irish concentra il 35% dei suoi ricavi e l'italiana Unicredit il 32%. Alla crescita del PIL si è accompa-gnata una crescita dell’urbanizzazione, con le forme tipiche della globalizzazione, come gli enormi centri commerciali (il centro commerciale Iulius Mall di Cluj-Napoca, in Romania, con una superficie di 150.000 mq, è il più esteso del sud-est Europa) e i grandi poli produttivi.  Oggi la crisi economica che sta colpendo in maniera più devastante proprio questa parte “debole” dell’Europa ha messo completamente in discussione il modello di sviluppo degli ultimi vent’anni, col rischio concreto che gli spazi urbani generati dall’impetuoso e recente ciclo economico, diventino le nuove e drammatiche periferie dell’Est Europa.

conclusioni:
Periferie planetarie
Agostino Petrillo, Politecnico di Milano - sociologo ed esperto del fenomeno “periferie”, autore del saggio “villaggi, città, megalopoli” (ascolta l'intervento)
_____________________________________________________________________________________________________